"Autoguarigione": ma è davvero possibile?

Molti di noi, per sentirsi davvero guariti da un fastidio o da una malattia, hanno bisogno di “prendere qualcosa”.

La cultura dominante - che avvolge e permea la nostra società - lega il concetto di cura e guarigione all’assunzione di farmaci, terapie, rimedi. Il sintomo, che si manifesta nel corpo in modo evidente, viene meccanicamente rimosso grazie ad uno strumento che proviene “da fuori”.

Purtroppo abbiamo da tempo accettato l’idea che il nostro corpo possa essere guarito esclusivamente dall’esterno. Qualsiasi altra modalità di guarigione non riconducibile all’utilizzo di uno strumento esterno viene guardata con sospetto e frettolosamente relegata nell’ombra del “miracolismo”.

In sintesi, l’auto-guarigione - ammesso che sia “dimostrabile” o dimostrata - è considerata un’eccezione nella società e in gran parte della medicina contemporanea.

Nella prospettiva olistica del BodyTalk questa visione è del tutto superata. Anzi, viene completamente ribaltata! Il nostro corpo è una macchina progettata per guarire.

Il corpo tende naturalmente verso la guarigione (o auto-guarigione), grazie alla Saggezza Innata di cui è dotato. La Saggezza Innata è qualcosa che ognuno di noi possiede. E’ quella forma di intelligenza automatica e primordiale del corpo, che contiene tutte le informazioni e coordina tutte le attività dell’organismo (“corpo-mente”).

Il nostro corpo sa di cosa ha bisogno e conosce le sue priorità. Quando ci tagliamo, la nostra Saggezza Innata provvede ad attivare tutti i processi biochimici necessari a ri-marginare la ferita. Lo stesso accade per le fratture: il nostro corpo può fare dei lavori fantastici! Ed è ciò che accade costantemente. Lo stesso naturale processo di guarigione si verifica a livello emotivo o mentale.

Bene. Ma allora perché i nostri corpi si ammalano? Perché la Saggezza Innata non porta il suo lavoro fino in fondo? La principale causa di squilibrio risiede nello stress e in tutte le sue manifestazioni. Fisico, emotivo, ambientale, alimentare o mentale, lo stress - che ci piaccia o meno - è il nostro compagno di viaggio. Non può essere eliminato, ma gestito.

A causa dello stress che soffre quotidianamente, il nostro corpo dimentica come eseguire il lavoro per il quale è stato progettato e costruito. Grazie al BodyTalk, oggi possiamo dialogare con il corpo e collaborare con la sua Saggezza Innata, per scoprire le sue priorità di autoregolazione e le modalità con cui desidera che venga riattivata.

Così offriamo al corpo una grande opportunità: tornare ad operare come previsto dalla natura. In una parola: auto-guarirsi.

Per approfondimenti: